riproduzione-cagna-e-cuccioli-cvol-clinica-veterinaria-ostia-lido

La Riproduzione nel Cane – La Gestione della Gravidanza

Gestire la femmina gravida in modo adeguato permette di ridurre la probabilità di andare incontro a diverse complicazioni che possono verificarsi sia in corso di gravidanza, sia durante e dopo il parto.

Gestione dell’alimentazione

riproduzione-cagna-e-cuccioli-cvol-clinica-veterinaria-ostia-lidoIn seguito alle prime 5 settimane di gestazione, le richieste nutrizionali aumenteranno e sarà opportuno cambiare in modo graduale il tipo di dieta prediligendo una dieta appositamente studiata per la lattazione o per lo svezzamento dei cuccioli.

Bisogna tener presente che con l’accrescimento fetale, soprattutto in caso di cucciolate numerose, si assiste ad un calo progressivo della capacità dello stomaco e degli organi addominali in generale: è normale che la cagna gravida tenda a mangiar meno per cui sarà opportuno dividere la razione quotidiana in più pasti di dimensioni ridotte.

Un’alimentazione scorretta per quantità e formulazione della dieta può predisporre all’insorgenza di problemi nel corso della gravidanza, a possibile perdita della gravidanza stessa e alla nascita di cuccioli non sani e/o predisposti a sviluppare problemi nel corso della crescita.

Ultima Fase di Gravidanza

Preparazione al Parto

Negli ultimi 10 giorni circa di gravidanza, la cagna dovrebbe esser trasferita in un ambiente preparato appositamente per l’evento del parto e per ospitare i cuccioli nel periodo successivo: tale ambiente non dovrebbe esser un ambiente di passaggio e i contatti con persone/animali/cose provenienti dall’esterno dovrebbero esser limitati al minimo. È importante che temperatura, umidità e ventilazione possano esser controllate.

Esistono casse-parto dotate di barriere anti-schiacciamento, il cui utilizzo è consigliabile soprattutto per animali di media-grossa mole. L’ambiente destinato all’evento e la cassa parto usata dovrebbero esser facilmente lavabili. Può esser utile dotarsi di una lampada a infrarossi riscaldante, o di cuscinetti termici. È sempre consigliato esser provvisti di latte in polvere, da utilizzare solo nel caso in cui si renda necessario.

Avvicinandosi al parto può esser utile monitorare la temperatura rettale della cagna due-tre volte al giorno.

Parto e sue Fasi

Il parto rappresenta un evento critico che avviene 63+/- 1 giorni dopo la data dell’ovulazione. Un parto che avvenga pochi giorni in anticipo o in ritardo può compromettere l’esito della gravidanza. La presenza di personale specializzato al momento del parto può permettere di ridurre al minimo le complicazioni e di intervenire tempestivamente in casi di necessità. Nella nostra clinica è possibile richiedere l’assistenza domiciliare al parto. Per eventuali informazioni potete contattarci telefonicamente allo 06 95584454.

Fasi del Parto: Dilatativa, Espulsiva e Secondamento

Il parto può esser diviso in tre fasi:

  1. una prima fase dilatativa,
  2. la fase espulsiva
  3. ed il secondamento.

La fase dilatativa è caratterizzata dalla presenza di contrazioni uterine intermittenti e non visibili esternamente e dal rilassamento dei legamenti pelvici e la dilatazione della cervice. La durata media di questa fase è di 6-12 ore, ma in cagne che non abbiano mai partorito prima può protrarsi per anche oltre 36 ore. Spesso in questa fase la cagna appare nervosa e inizia a scavare all’interno della cassa parto, rifiuta il cibo e può vomitare o aver nausea.

La fase espulsiva è la fase vera e propria di nascita dei cuccioli preceduta da contrazioni evidenti della muscolatura addominale. I cuccioli alla nascita possono esser ancora parzialmente avvolti dalle membrane placentari: in tal caso ed in situazioni normali è la cagna stessa a liberare i cuccioli dalle membrane e a recidere il cordone ombelicale. Mediamente l’intera fase espulsiva, conclusa con la nascita dell’ultimo cucciolo, può durare fino a 24 ore in caso di cucciolate numerose. Tra la nascita di un cucciolo e l’altro passano mediamente 20-60 minuti.

Il secondamento, o terza fase del parto, è la fase di espulsione delle placente. Solitamente questa si completa entro 1-2 ore dalla nascita dell’ultimo cucciolo e nella maggior parte dei casi le placente vengono espulse insieme o entro pochi minuti dalla nascita di ogni cucciolo. È bene controllare che tutte le placente vengano espulse.

Dott.ssa Lorenza Scala


Articoli Correlati