logo-cvol

Displasia di Anca e Gomito nel Cane

La displasia dell’anca consiste in una malformazione dell’articolazione coxo-femorale, mentre per displasia del gomito si intende una mancata congruenza tra omero, radio e ulna; sono entrambe patologie che si sviluppano durante la crescita del cane.

L’articolazione coxo-femorale è costituita dalla testa del femore che è accolta nell’acetabolo, una struttura a forma di coppa di pertinenza del bacino. L’articolazione del gomito risulta invece composta da tre strutture ossee che sono appunto, partendo dall’alto, omero, radio ed ulna. Gli ultimi due, per la loro disposizione affiancata, offrono due superfici articolari contigue.

Manifestazioni cliniche

Le manifestazioni cliniche differiscono in relazione alla gravità della patologia. L’esordio è caratterizzato da zoppia di grado variabile a seconda del quadro clinico. Il cane zoppica perché si ha un attrito delle superfici articolari che causa dolore. Il problema si presenta maggiormente a freddo, quando inizia l’attività fisica e con il proseguire del movimento la zoppia migliora. La patologia è cronica ed ingravescente, perciò, soprattutto senza terapie adeguate, il cane affetto andrà incontro a peggioramento progressivo.

Come prevenire la displasia?

La displasia non è presente dalla nascita perché l’articolazione si sviluppa in modo anomalo durante il periodo della crescita. Mentre l’assenza può essere accertata solo dopo il completamento dello sviluppo scheletrico (un anno per la maggior parte delle razze e un anno e mezzo per quelle di taglia gigante), la presenza della displasia o dei segni che mostrano lo sviluppo della malattia stessa possono essere accertati già durante l’accrescimento. Proprio per questo motivo, già a quattro mesi di età il medico veterinario può individuare segni precoci di displasia di anca e gomito. Molto raramente il cucciolo all’età di 3-4 mesi manifesta dei sintomi clinici riferibili a displasia, anche se gravemente affetto, sia per il peso corporeo ancora ridotto, sia per la capacità della cartilagine articolare di sopportare gli insulti iniziali. Il fatto di discendere da genitori sani non garantisce al cucciolo di esserlo a sua volta, per la complessità della trasmissione poligenetica. Tutti i cuccioli appartenenti ad una razza a rischio, quindi, andrebbero indagati molto precocemente in modo da poter verificare un’eventuale loro tendenza alla displasia e provvedere a limitarne lo sviluppo.

Quali sono le razze più colpite?

Le razze a maggior rischio di displasia di anca sono quelle di taglia grande e gigante tra le quali segnaliamo, per incidenza e per diffusione della razza nel nostro paese:

  • il Pastore Tedesco,
  • i Retrievers,
  • il Rottweiler,
  • il Dogue de Bordeaux,
  • il Cane Corso,
  • il Boxer
  • e in generale tutti i molossoidi e le razze giganti.

I più colpiti da displasia del gomito sono senza dubbio i Golden Retrievers, i Labrador e i loro incroci.
Non dimentichiamo infine i Bulldog inglesi e i Bouledogue francesi, anche questi possono essere affetti soprattutto da displasia di anca.

Come si fa la diagnosi precoce?

La valutazione precoce dell’articolazione coxofemorale e del gomito consiste in un esame ortopedico dettagliato, comprendente una valutazione clinica mediante palpazione e uno studio radiografico finalizzati ad individuare le alterazioni dovute alla malattia. Per eseguire la valutazione è sufficiente una leggera sedazione che impedisca al cucciolo di opporre resistenza alle manualità dell’operatore.
Questi esami consentono di poter intervenire con chirurgie correttive durante l’accrescimento del cane e riducono notevolmente la probabilità di andare incontro a modificazioni talmente gravi da prospettare l’impianto di protesi articolari.

E nel gatto?

Sebbene rara, la displasia dell’anca può manifestarsi anche nelle razze di gatto più pesanti come il Maine Coon. Perciò è bene fare attenzione ad eventuali manifestazioni cliniche come la riduzione dell’attività giornaliera e dell’attitudine al salto. Nel caso ciò si presentasse è bene rivolgersi al medico veterinario.

La Clinica Veterinaria Ostia Lido offre il servizio di diagnosi precoce a quattro mesi di displasia di anca nel cane; per qualsiasi informazione, non esitate a contattarci al numero: 06 95584454.

Dott.ssa Martina Reitano